Md at debian.org

tales of a debian maintainer

Quality of Service in Internet: giusta o sbagliata?

È giusto che un operatore possa decidere di fare passare sulla propria rete certi pacchetti prima che altri, anche se arrivati prima al router?

Per rispondere è indispensabile chiarire in quale punto si sceglie di prioritizzare un certo tipo o sorgente di traffico (la differenza tra, per esempio, "tutto il traffico video" e "i video di Netflix") rispetto ad altri tipi. Le possibilità, non mutualmente esclusive, sono:

Ovviamente non ha senso fare QoS in un peering con Netflix (lo cito spesso perché è un buon esempio, ma si può sostituire con Google, Akamai, eccetera), se non altro perché il traffico è omogeneo (tutto video, tutto da loro) e quindi non può essere prioritizzato rispetto ad altri tipi/sorgenti.

Non credo che abbia senso fare QoS sulle interconnessioni tra un grande carrier e un operatore di accesso (per esempio, tra Level 3 e Telecom Italia) per prioritizzare certo traffico a scapito del resto (per esempio, la CDN di Level 3, o alcuni loro clienti): se si è tutti d'accordo per fornire un buon servizio si dimensioneranno i circuiti in modo che non ci sia congestione e quindi non serve QoS. Se invece una delle parti vuole esercitare pressione sull'altra (con lo scopo di farsi pagare l'interconnessione), in questo momento il mercato (o meglio: la sua assenza...) prevede che possa farlo solo l'operatore di accesso.

Visto che la sua strategia è fornire un cattivo servizio ai propri clienti come incentivo all'altra parte, allora non c'è motivo di usare tecniche di QoS per migliorarlo. E se l'altra parte accetta l'estorsione allora si ricade nel caso precedente.

Qual è lo scopo di prioritizzare sul proprio backbone un certo tipo di traffico? Se questo è progettato e dimensionato correttamente, in condizioni normali non è necessario perché ci sarà sempre abbastanza capacità per fare arrivare ai propri clienti tutti i bit che vogliono inviare o ricevere. Anche sulle reti migliori a volte può capitare che ci siano picchi anomali e imprevedibili di traffico oppure che per vari motivi non si possa fare un upgrade nei tempi necessari, quindi può avere senso prioritizzare certi tipi di traffico che richiedono migliori prestazioni (es: video e voce) a scapito di altri che possono soffrire un po' senza fastidi eccessivi (es: grossi download).

Questa è una politica tecnica ragionevole, che però diventa una pessima politica commerciale se la rete è congestionata costantemente invece che in momenti eccezionali. Non è una violazione della network neutrality perché non privilegia una sorgente di traffico rispetto a un'altra, ma solo un certo tipo di traffico riconosciuto sulla base del protocollo usato.

Se invece accadesse proprio questo (per esempio se Apple pagasse per avere un servizio migliore di Facebook) allora avremmo un problema molto grave, per i motivi che sappiamo. Inoltre, in questa situazione occorre riflettere su qual è l'impatto per il pubblico: se il backbone comunque non fosse congestionato allora non avrebbe senso vendere un servizio a qualità privilegiata, perché nessuno avrebbe bisogno di comprarlo. Quindi si può violare la network neutrality solo su una rete che in condizioni normali ha cattive prestazioni per tutto il traffico. Non solo: si può violare la network neutrality soltanto dove non c'è un mercato funzionante, perché altrimenti i clienti si sposterebbero sugli operatori che forniscono un servizio migliore. Non ho mai incontrato nessuno che voglia pagare un operatore perché gli consegni solo una parte del suo traffico e butti via quello che decide essere di troppo.

Il pezzetto di rete tra DSLAM e cliente è diverso da tutti gli altri perché è il cliente stesso a controllare il traffico che ci passa. Per questo motivo non sarebbe molto utile per l'operatore violare lì la network neutrality privilegiando il traffico di certe sorgenti, perché comunque il cliente può fare in modo che non ci sia congestione regolandosi nell'uso del servizio.

Fare QoS sull'ultimo miglio sulla base del protocollo invece può essere un ottimo servizio fornito al cliente, perché gli permette di usare la propria connettività in modo più libero senza rischiare per esempio che un grosso download causi problemi a una partita a WoW.

Per saperne di più si può leggere i precedenti articoli sul mio blog oppure iniziare da questi:

About

Sono l'Italia che non vuole bene.

S M T W T F S
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29          

See also:

My blogroll:


W3C HTML 4.01
W3C CSS 2.0     

Powered by Bryar.pm.